Merchandising
Presenta un amico…

Chi presenta un amico trova un fratello

PROSSIME PARTITE
Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

IL PRESIDENTE
Augusto Binelli

Under 15

Inizio delle attività sportive

Quasi tutto pronto per la nuova stagione portiva 2019/20.

La settimana del 26 agosto sancisce l’inizio degli allenamenti per le categorie govanili, poi progressivamente le categorie minibasket dalle sucessive settimane. 

I prossimità della ripresa della scuola saranno disponibili anche gli OPEN DAYs che consenteno ai bambini e alle bambine interessati di provare l’esperienza ludico motoria del minibasket.

Andiamo per gradi:

  • Martedì 27 agosto riprenderanno gli allenamenti Under 16 Gold con la preparatrice fisica Francesca. Al termine di una settimana di attivazione all’aperto, completeranno poi il lavoro con la palla agli ordini della collaudatissima coppia Lelo Fraboni e Pier Magri.
  • Mercoledì 28 agosto riprenderanno gli allenamenti gli Under 15 e 14, sempre con la preparatrice fisica Francesca per poi passare al lavoro in palestra coi relativi coach Gus Binelli e Pier Magri.
  • Sempre Mercoledì 28 agosto riprenderanno gli allenamenti gli Under 13, della riconfermata coppia Lelo Fraboni e Max Oppressore, non senza passare dall’attento lavoro di Francesca.

La settimana sucessiva è il momento del minibasket:

  • Lunedì 02 settembre sarà il momento degli Esordienti che avvieranno l’attività al parco con Francesca, per poi passare all’attività di fondamentali con una coppia di coach già collaudata negli anni passati: Lelo Fraboni e Kate Sperduto.

A ridosso della ripresa delle scuole, sarà anche il momento dei più piccoli:

  • Martedì 10 settembre riprenderanno gli Aquilotti ’09 con l’istruttore Pier Magri;
  • Sempre martedì 10 settembre riprenderanno la seconda annata Acquilotti, della singola annata del 2010 guidata dall’istruttore e presidente Gus Binelli;
  • Mercoledì 18 settembre iniziaranno gli Scoiattoli (annate 2011 e 2012) con la riconfermata coppia Kate Sperduto e il master Gianluca Calzolari.
  • Sempre mercoledì 18 settembre riprenderanno le attività motorie anche i più piccolini dei Pulcini (delle annate 2013 e 2014) con Gianluca Calzolari. Grnde novità di questa stagione sarà lo sdoppiamento degli impegni dei pulcini da un solo impegno settimanale a due impegni; seppur di tempo inferiore.

Ovviamente le novità della Pallacanestro SANGIORGIO per la stagione 2019/20 non sono finite, nei prossimi giorni ne sapremo di più….

3vs3: primo giorno con le regole FIBA

THE SUMMER BASKETBALL COMPETITION

Prima giornata di 3vs3 con le regole ufficiali FIBA a San Giorgio di Piano hanno regalato 120 minuti di basket bello ed entusiasmante: due campi in 4 canestri.

Oltre 40 i ragazzi e ragazze dall’annata 2004 all’annata 2007 dei due campi del Centro Sportivo Zanardi che hanno dato vita ad una bella competizione sportiva durante lo svolgimento della consueta festa dello sport.

E’ stato sperimentato il regolamento ufficiale del 3×3 FIBA e certamente l’esperienza è stata più che positiva e avremo tempo 12 mesi per migliorare il torneo del prossimo anno, sempre con l’aiuto del Peperoncino Basket.

Ringraziamo di cuore tutti i ragazzi intervenuti al torneo e per l’ennesimo bell’esempio di sano agonismo.

L’esperienza di gioco è stata poi stata impreziosita dalla presenza dei fratelli Vitali, Luca e Michele. Dopo la premiazione per meriti sportivi, da parte della comunità sportiva di San Giorgio di Piano e dal Sig. Sindaco del Comune, Paolo Crescimbeni. Luca e Michele si poi sono resi disponibili a fare foto e a rispondere alle curiosità dei ragazzi presenti al 3vs3.

Oltre al premio per meriti sportivi dei fra.lli Vitali c’è stata anche la premiziazione, sempre per meriti sportivi, altri Under 14 di coach Luca Brochetto da parte della stesso sindaco e da parte della Pallacanestro SANGIORGIO che hanno giocato nel campionato Elite aggiudicandosi il TITOLO Regionale e sfiorando l’accesso alle finali nazionali.

Grazie a Silvia per le bellissime foto e al Peperoncino Basket per la collaborazione nella riuscita dell’evento:

Torneo Under 15 a Chiasso

Week end MOLTO intenso a Chiasso (svizzera) per gli Under 15 alla 9^ edizione del Vacallo Spring.

Cinque gare, compresa la finale del torneo contro il Fidenza Accademy che nella corrente stagione ha disputato il campionato Eccelenza.

Il torneo ha dato modo alla squadra di passare tre giorni insieme, nell’originalissimo ed inedito alloggio nel rifugio antiatomico della protezione civile: tutti insieme in una unica camerata.

Non solo stare insieme dopo una lunghissima ed intensa stagione sportiva, ma anche tanto gioco e modo di confronto a differenti livelli.

Ringraziamo l’organizzazione tutta del torneo per l’accoglienza e la disponibilità, facendoci sentire sempre a casa.

Ringraziamo i ragazzi che si sono aggregati alla squadra e le loro rispettive società che hanno accolto l’invito, per passare con noi anche questi giorni di sport: Stefano, Edoardo, Federico e Matteo. E’ stato un vero piacere avervi con noi!

Under 15 in partenza per la Svizzera

A ore, la squadra Under 15, partirà in direzione Chiasso (Svizzera) per la 9^ edizione del Vacallo Spring.

Sarà un week end di torneo molto intenso (5 partite in due giorni), si incontraranno squadre straniere ma anche squadre Italiane che hanno partecipato, in questa stagione sportiva, sia al campionato Gold ma anche Eccellenza: quindi una bella prova comunque!

Under 15 Gold si fermano in semifinale

Purtroppo si arresta in semifinale il percorso della squadra Under 15 Gold della Pallacanestro SANGIORGIO nel derby contro il Castel Maggiore Happy Basket.

Partita d’andata persa di un punto, come pure di un punto persa la partita di ritorno. Castel Maggiore ha avuto più costanza e continuità, senza troppi momenti di “down”.

Diversi errori da sotto canestro e alcuni momenti di confusione hanno influenzato entrambe le partite, ma soprattuto quella di ieri da considerare quasi perfetta. In entrambi i casi la voglia di reagire si è fatta viva, nei ragazzi, cercando in tutti i modi di portare a casa la qualificazione alla finale di domenica prossima a Medicina.

Come in tutti gli sport di squadra (ma il discorso valido anche negli sport individuali), ce ne sarà solo una che vince il campionato. MA chi fa giovanile DEVE sapere che la vittoria non è il “termometro” del proprio lavoro: bensi è la qualità del lavoro durante la settimana. Certamente arrivati alla fine della stagione, dopo un anno intero di intenso e duro lavoro, viene poi fuori il pensiero di provare a vincere una partita in più degli altri; anche nel giovanile. Alla fine lo sport è anche competizione e non si può iniziare a giocare senza provare a fare di tutto per vincere la sfida, neppure a carte con la nonna.
Giocare le sfide serve a porsi obiettivi per il lavoro durante la settimana e serve ad accrescere il proprio carattere: spingere se stessi sempre oltre.

Messaggio nella chat

Nella chat della squadra ieri sera, dopo la partita, girava questo messaggio scritto da uno dei ragazzi. Questo è lo spirito giusto che tutti i giocatori dovrebbero avere.
Certamente ringraziamo questo ragazzo per lo spirito positivo dimostrato e speriamo che sia di ispirazione a tutti: anche a quelli più introversi. Questo messaggio ripaga di tutto il lavoro svolto anche dallo staff che ha anche il difficile ruolo di educare allo sport.

Ogni sfida persa deve essere da stimolo per la prossima: a fere meglio.

Grazie infitito a tutti i Supporters che dalle tribune e dal campo (palestra di Castel Maggiore murata), ci hanno sostenuto in modo sportivo fino all’ultimo istante della partita. A colpo d’occhio proprio un bel vedere di entusiasmo ed energia; questo anche a riprova dell’affetto di chi ci ama e ci segue anche fuori da casa.” (coach Daniele Fraboni).

PlayOff: Under 15 Gold vs Happy Basket

In una bellissima ambientazione giovanile si è giocata gara uno di Play Off Under 15 Gold la partita di Semifinale contro Castel Maggiore Happy Basket.

Partita non bellissima ma vissuta dalla tribuna con tantissimo entusiasmo ed energia.

Per la nostra squadra l’inizio tutto in difficoltà a causa delle troppe palle perse, per superficialità, collezionando ben 11 punti di svantaggio alla fine del primo quarto. Mantenuto lo stesso svantaggio nel secondo quarto nonostante un recupero, ma con poi conseguente parziale negativo ancora fino a 11 punti di svantaggio.

Tutto il secondo tempo è stato positivo per la Pallacanestro SANGIORGIO con due parziali positivi, arrivando ad un pareggio al termine dei 40 minuti di gioco, portando quindi la partita ai tempi supplementari.

Partita terminata con un punto di vantaggio per Castel Maggiore, rimanderà alla partita di Ritorno l’assegnazione alla fase che giocherà la finale.

“Per la gara di ritorno servirà un approccio superiore per alcuni giocatori che devono imparare a giocare con più coraggio le partite importanti, come queste”…il commento di coach Fraboni.

Punteggio Finale Pallacanestro SANGIORGIO vs Happy Basket:68 – 69 dts. (6-17; 18 – 18; 19 – 12; 17 – 13; 8 – 9)

Aggiornamento PLAY OFF giovanile

Settimane determinanti per le squadre giovanili: gli Under 15 Gold e gli Under 14 Elite impegnati nei rispettivi Playff di categoria.

Gli Under 15 Gold saranno impegnati Martedì 14 Maggio ’19 alle ore 19:15 al Pala Zanardi di San Giorgio di Piano per gara uno delle semifinali Regionali contro l’Happy Basket di Castel Maggiore; partita dal profumo di derby.

Gli Under 14 Elite saranno invece impegnati Mercoledì 15 Maggio ’19 alle ore 16:30 alla Palestra Rodriguez di San Lazzaro contro la BSL San Lazzaro nella gara uno dei quarti di finale Regionali.

Aspettiamo tutti già per la partita casalinga di Martedì 14 per sostenere i nostri ragazzi, TOTAL GREEEENNNN e Belli Carichiii!!!!

PlayOff: Under 15 Gold vs Faenza Basket Project

Si è giocata ieri sera (Giovedì 02 Maggio) la prima partita di Play Off per la categoria Under 15 Gold contro la squadra (già incontrata lo scorso anno) del Fenza Basket Project.

Squadre entrambe prive di alcuni giocatori, noi per turnover, mentre Faenza “orfana” del loro migliore giocatore al quale auguriamo un presto rientro in campo dopo l’infortunio di qualche mese fa.

Partita non bellissima ma certamente intensa e rimasta in perfetto equilibrio per il primo tempo (33 a 29), un cambio di attenzione in difesa ha fatto ridurre il numero dei falli del primo tempo e una umento delle palle recuperate, costruendo un vantaggio incrementato e poi mantenuto fino alla fine della partita terminata col punteggio di 79 a 48.

Grande sostegno di genitori e bimbi dei gruppi minibasket venuti a tifare…“Belli Carichiiiii”.

Partita di ritorno: domenica 05 maggio alle ore 17:30 a Faenza.

Torneo Daimiloptu: END GAME

Si è conclusa ieri la nuova ed affascinante avventura del Daimiloptu. Il torneo Internazionale di Bologna riservato alla categoria Under 15 dalla caratteristica che gioca chi ospita le squadre straniere.

E’ stato un torneo duro per molti aspetti ma altrettanto interessante poichè ha permesso di confrontarci con realtà molto differenti dalle nostre e quindi prendendo spunto dagli avversari stranieri: vedendo cosa ci manca ma anche quello che facciamo bene!

Fatta eccezione della partita contro il Maccabi Tel Aviv (che ha vinto il torneo), squadra decisamente di un livello molto più alto del nostro, nella quale abbiamo giocato una partita al massimo e contro la squadra dei “gemelli” del Mladost Zemun, presa coll’atteggiamento troppo arrendevole, tutte le altre gare sono state di grande equilibrio e terminate con differenze ridotte, sia quelle vinte che quelle perse, sia che fossero Italiane che fossero starniere. Giocare partite di grande livello, in equilibrio per 40 minuti, serve moltissimo a rafforzare carattere e determinazione.

Il IV° giorno abbiamo giocato contro gli Estoni del Tartu Ulikooli, una (quasi) bellissima partita giocata fino all’ultimo minuto

e la V° giornata (ultima) contro l’enorme squadra Crota del Kvarner Rjieka.

Come accenanto abbiamo avuto modo di giocare molte partite contro squadre straniere ed era quello che speravamo di fare, confrontandoci non solo con fisicità molto differenti: dal piccolino molto esile ma con percentuali al tiro pazzesche al “giandone” di due metri con le braccia infinitamente più lunghe delle nostre. La caratteristica che DOBBIAMO VEDERE, dovendo essere obiettivi per trovare dove migliorare, è il livello di maturità dei ragazzi avversari rieptto ai nostri italiani (in generale).

Questo post non è certamente il luogo in cui analizzare il perchè e trovare le colpe di questo, ma certamente è nostra responsabilità: genitori e insegnati (di scuola e di sport). Spero che tutti quanti abbiamo la voglia di mettersi in discussione per comprenderne la questione e provare a fare qualcosa di più. Servirà ai nostri ragazzi per affrontare la vita in modo più maturo e strutturato: cercando, in se stessi, la forza di provare a risolvere i problemi e senza mai prendere in considerazione che sia meglio abbandonare, come succede in una partita iniziata male in una console di gioco. Ho visto allenatori stranieri che “cazziano” i propri giocatori, anche animatamente e ripetutamente, attongono poi una reazione del giocatore, mentre vedo sempre troppo spesso giocatori nostrani che dopo un rimprovero si deprimono, escludendosi dalla dalla partita, o manifestando disinteresse. Oggi è una partita, domani siamo in ambito lavorativo ed è il capo reparto oppure il datore di lavoro che rimprovera un dipendente.

Chi è stato in paesi tipo la Serbia a fare esperienze di allenatore, mi
racconta che la vita sportiva è vissuta da tutti con tantissima
attenzione alla disciplina e con punizioni energiche impartite dagli
istruttori ai giocatori. Questo serve a rafforzare la personalità dei
ragazzi, in termini di disciplina e attenzione dell’atteggiamento
manifestato. Una volta si diceva che quando l’allenatore riprendeva un
giocatore, quest’ultimo deve essere contento perchè è la manifestazione
di inderesse dell’allenatore (che investe su di lui il proprio tempo),
oggi viene considerato come atteggiamento di accanimento…niente di più sbagliato!!

Vogliamo ringraziare le società della Salus Pallacanestro Bologna e del Vico Basket di Parma poichè hanno avuto fiducia nella Pallacanestro SANGIORGIO e del progetto sportivo (Sport Partnership 2018) contribuendo alla formazione della squadra che ha disputato il torneo, con propri giocatori. Grazie a Mattia Campanini (allenatore dalla squadra Under 15 della Benedetto ’64) che ha accettato di fare parte dello staff tecnico e partecipando alle fatiche e alle gioie del torneo.

Dobbiamo ammettere che inizialemente si pensava che la parte più complessa, di un torneo come questo, fosse essere competitivi in campo, ma vivendo il torneo ci siamo accorti quanto l’ospitalità sia davvero la parte più delicata e per nulla scontata. Per questo è doveroso un calorosissimo ringraziamento a tutti genitori che hanno fornito la giusta accoglienza, nella propria casa, ai ragazzi Serbi (di Belgrado) del Zemun. Certamente è stato un importante impegno ma è stata anche una grandiosa opportunità data al proprio figlio di vivere a pieno un’inedita esperienza umana che si basa sull’altruismo, la generosità, attraverso la socializzazone, la comunicazione, l’apertura mentale: indispensabile nel creare nuove amicizie. Alle famiglie giriamo (è il loro) il premio vinto per l’OSPITALITA’.

E’ stato davvero poi molto bello il gesto dei ragazzi che si sono fermati a tifare per i “gemelli” (termine utilizzato per identificare i ragazzi che ospitavano e venivano ospitati in famiglia), questo ha accresciuto un legame nato da un interesse in comune: la pallacanestro.

Ricco di grande valore, per la riconoscenza dimostrata, il gesto dei ragazzi Serbi, un attimo prima della palla a due dell’ultima partita del torneo, che si sono avvicinati alla tribuna per ringraziare personalmente i genitori che li hanno ospitati in questi giorni e che si sono occupati di loro, alla pari dei propri figli.

Sono stato contento nel vedere che giorno dopo giorno, grazie a questa esperienza, dei ragazzi che non si conoscevano prima o che al massimo avevano giocato uno contro l’altro, si stavano legando sempre più, imparando a condividere gioie, fatiche e amarezze (anche ingiustizie). Io avevo l’onore di vivere questa loro esperienza formativa in prima fila, cerdando di essere il più discreto possibile, ma comunque vicino a loro; certamente guidandoli (con l’aiuto sempre immancabile di Pier, Mattia, Francesca ed Andrea) in questa esperienza sportiva, contro avversarti inediti. Sono contento dell’esperienza che questo torneo ci ha dato e quanto ci ha fatto riflettere e crescere e ringrazio tutti i ragazzi che si sono fidati di noi ed hanno accetta questa sfida con tanta energia“…queste le parole di coach Daniele Fraboni.

Tutte le foto del torneo le trovate in questo link: FOTO TORNEO.

Torneo Daimiloptu: II° giorno vs Maccabi

Si sapeva che fosse un torneo impegnativo il Daimiloptu. La partità contro il Maccabi Tel Aviv ha davvero messo alla dura prova i ragazzi, sia dal punto di vista tecnico che quello fisico.

Squadra decisamente superiore da tutti i punti di vista, quello del Maccabi Tel Aviv, ha da subito fatto capire come sarebbe stata la partita e la cosa bella ed interessante è che ci ha costretto a giocare ad un livello (o forse due) superiore. Essento un livello inusuale per ognuno dei ragazzi che giocano con la maglia della Pallacanestro SANGIORGIO, i momenti difficili in cui il Maccabi ha saputo punirci sono stati numerosi, ma si sono visti anche bei momenti di gioco sia in attacco che in difesa da parte della nostra squadra.

Complimenti al Maccabi ma molti degli apprezzamenti li voglio fare ai nostri ragazzi che si sono alternati in campo perchè hanno provato a giocare, accogliendo l’invito a non demoralizzarsi mai e a sfruttare l’esperienza comunque in modo positivo (per crescere).

Il pomeriggio e poi la serata sono state di quelle da mettere nel cassetto dei ricordi per l’accoglienza ricevuta dal primo cittadino di San Giorgio, il Sig. Sindaco Paolo Crescimbeni, che ha aperto le porte del Comune per accoglere la nostra squadra e i nostri ospiti Serbi del Mladost Zemun.

Al termine dell’incontro col sindaco in Comune la serata si è conclusa magnificamente con una cena tutti insieme organizzata dai genitori (grande, grande ringraziamento), realizando una perfetta ambientazione famigliare in cui giocatori e staff hanno avuto modo di conoscersi maggiormente e fare amicizia.

Giornate così difficilmente si dimenticano.