Presenta un amico

Chi presenta un amico trova un fratello

Tessera Societaria
Tessera Societaria
Agenda Eventi
agosto 2018
LMMGVSD
   1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31   
« Lug   Set »
Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Kobe Bryant…un mito che lascia qualcosa a tutti

Succede anche per le storie più belle e fantastiche che finiscano: è inevitabile!

Ieri ha dato il suo saluto al Basket Mr. Kobe Bryant, e già da oggi ci accorgiamo che il basket è un po più povero.

Ma vi prego: niente panico!!!

Quando mi avvicinai al basket i miei miti d’oltreoceano (ma direi di quasi tutti) erano, quei giganteschi giocatori di Larry Bird (che ho avuto anche il grande onore di conoscere personalmente anni fa), Magic Johnson e John Stockton…tecnica, classe e grande maestria. Prima di loro: Bob Cousy, Pete Maravich, Wilt Chamberlain, Julius Erving, ….

Poi atterrò un altro alieno sul pianeta terra: Michael Jordan a fare da apripista al basket moderno: quello molto spettacolorare, in cui protagonismo, atleticità e tecnica l’hanno fatto d’esempio. Per anni, molti di noi ci siamo voluti identificare in lui e abbiamo sognato di “essere” lui. Chi non ha mai indossato una scapa Jordan?

Oggi siamo tutti quì ad applaudire il giocatore ma sopratutto l’uomo Kobe Bryant.

Molti dei ragazzi che ho avuto l’onore di allenare in questi anni avevano Kobe come riferimento. Ci stà!…non era certamente uno tra i tanti…e tutti hanno il sogno nascosto di non essere uno tra i tanti…almeno credo che debba essere così.

Non vi nascondo di essermi un po commosso leggendo una lettera di un tifoso dei Centics che ha scritto una lettera indirizzata a Kobe nella quale esordisce scrivendo “ti odio” e si augura che la sua squadra batta quella dei Lakers da li a poco e che lo avrebbe certamente infastidito dall’inizio alla fine insieme a tutti gli altri tifosi. Che poi ….. leggetevela è fantastica. Questi sono onori che non si concedono a tutti.

 

Dicevo prima: niente panico. Il basket non finisce col ritiro di Kobe Bryant. Ci saranno altri giocatori da imitare e altri riferimenti da seguire.

Ragazzi vi prego, continuate ad ispirarvi a un campione, cercate un riferimento da raggiungere…lottate per vivere un vostro sogno!

Alcuni video che vi suggerisco:

scusate…, ma parlavamo di Capitani CAMPIONI?