La gara del terzo giorno di torneo non dato particolari segnali interessanti, in una partita giocata non al 100%. I segnali non particolarmente positivi sono arrivati dopo 5 o 6 minuti e anzichè provare a reagire e rimettere la partita in piedi: ci si è avviliti anche dopo i numerosi Time Out per fare il punto della situazione. Ovvio che dopo due quarti e mezzosenza particolari segnali di poter rimontare si è pensato più che altro al proseguo del torneo e cercando di gestire le risorse fisiche e nervose.

“Il dispiacere (e forse la rabbia personale) è stato nel vedere buttare un’occasione di vita. Non posso accettare che quando le cose non vanno bene troppo spesso la lasciamo andare senza provare a lottare, oltre all’occasione negataci, da sportivi, di giocare fino in fondo una partita difficile ma decisamente alla portata. Questa era una tra le tante partite che permettono ai ragazzi di crescere e l’abbiamo persa…non in campo ma nel cuore e nel cervello.”…le parole di coach Fraboni

Il torneo continua con altre due gare: oggi ore 17:30 contro il Tartu, al campo multifunzionale del CSB (Via Marzabotto) e domani ore 10:00 in Furla contro Kvarner.

Ringraziamo Silvia per le foto: